Nel mio destino di disavventure perpetue: omaggio a Gianni Celati

Pochi giorni fa è morto Gianni Celati.

Abbiamo deciso di allestire una piccola mostra con i suoi libri: dalle Comiche ai Costumi degli italiani, passando per Joyce e Céline (e le Quattro novelle sulle apparenze, La banda dei sospiri, Verso la foce, Fata morgana eccetera).

Chi ha frequentato le scuole superiori prima del crollo del muro di Berlino è cresciuto probabilmente con Le avventure di Guizzardi, e Alice disambientata è, per costoro, immediatamente “Bologna, 1977”.

Ma Celati non è solo questo: per molti di noi Gianni Celati e Luigi Ghirri vanno insieme.

Chi ama le letterature straniere, inoltre, lo lega a Swift, a Mark Twain, all’Ulisse di Joyce.

Insomma, è difficile non passare attraverso Gianni Celati.

Noi gli abbiamo reso omaggio con questa piccola mostra, che inaugura sabato 15 gennaio alle 18.00 presso la Sala Voltini della Biblioteca F. L. Bertoldi di Argenta